Suggestioni per un Living con tatto

Pubblicato il ott 13, 2022
news e eventi, top news, home news

Nel progettare un ambiente living, le superfici sono un elemento tutt’altro che “superficiale”, che coinvolge piuttosto aspetti profondi della dinamica che si crea nello spazio abitativo.

Innanzitutto, le superfici regolano la luminosità dell’ambiente: possono esserci superfici trasparenti che si lasciano attraversare dalla luce, superfici riflettenti che rimandano indietro il fascio luminoso non necessariamente nella stessa direzione da cui è arrivato, o superfici opache che assorbono la radiazione luminosa, avvolgono, attutiscono, ovattano.

Le superfici dei materiali d’arredo, poi, dialogano tra loro. Nel costruire i nostri Mood abbiamo sempre giocato con superfici diverse, mettendole in relazione fra loro: vetri e marmi, superfici lisce e ruvide, pure o impresse a fusione, piane e curve, calde e fredde. In questa rete di rimandi si innesta naturalmente anche l’utente che abita l’ambiente e che è implicitamente chiamato ad entrare – pure lui – nel Mood e giocare con le superfici.

Le diverse essenze e conformazioni delle superfici, va da sé, stimolano suggestioni tattili, invitano non solo ad osservare, ma anche e soprattutto a toccare, a percepire sinestesie diverse, mix di sguardi e tocchi che generano emozioni.

Dalla sensazione all’emozione, è questo il viaggio che l’utente di un living FIAM percorre. Le sensazioni partono dalle superfici che stimolano prima la vista e poi il tatto, e poi la mente. La cornice di Venus, fusione onirica di mille altri specchi, ribolle di riflessi, varia, oscilla, vibra. È un omaggio al femminile, alla molteplicità degli sguardi e dei riflessi, che cambiano con l’ora del giorno e con la diversa inclinazione dei raggi solari.

In questo gioco, si innestano gli imbottiti che sono comparsi fra le novità di prodotto di FIAM in questo 2022. Il divano Carrara (design di Matteo Nunziati), con i suoi grandi volumi che si intrecciano ad incastro, per analogia e differenza, accoglie fra le sue rotondità la linearità di inaspettati inserti in vetro. Anche qui si stimola l’avventore con i contrasti: linee curve e piane, caldo e freddo, liscio e ruvido, lucido e opaco. Abitare è davvero anche toccare, respirare, accomodarsi fra gli ampi volumi di materia accogliente ed eterogenea che evocano la spazialità dei maestosi blocchi del pregiato marmo toscano.

Il living di FIAM trova completamento nelle sedute, che se accompagnano i tavoli in vetro spesso fuso nella convivialità del dining, sanno arredare lo spazio più intimo e riflessivo del living da protagoniste. È il caso di Oscar (progettata da Patrick Norguet), la nuova poltroncina in legno massello, elegante seduta funzionale nel dining, piccolo trono domestico dell’area living. L’essenza verniciata a poro aperto che lascia percepire tutte le venature naturali del legno, le morbide finiture in pelle One o Nabuk sono stimoli sensoriali che contribuiscono al senso di accoglienza, intimità e sensualità del living.

Un ambiente le cui superfici sanno di incontro, di familiarità, di quotidianità, e in definitiva – nomen omen – di vita.

Per favore accetta i cookie di marketing per guardare questo video.