Vico Magistretti

Vico Magistretti, architetto e designer italiano, ha progettato per FIAM il tavolo basso in vetro curvato Gemini.

Nasce nel 1920 a Milano da una famiglia di architetti da molte generazioni. Sempre a Milano si laurea in Architettura nel 1945 presso il Politecnico e inizia subito l’attività professionale nello studio del padre.

Negli anni ‘50, grazie a numerose iniziative e innovative proposizioni del giovane, Vico Magistretti si conferma una delle più brillanti presenze tra gli esponenti della “terza generazione”, grazie anche alla realizzazione di due edifici nel milanese: la Torre al Parco in via Revere e il palazzo per uffici in corso Europa. Inoltre, sempre in questi anni, è tra i soci fondatori dell’ADI e viene selezionato per fare da giurato per il Premio Compasso d’Oro.

Una vita costellata di importanti opere e riconoscimenti, ma in cui trova tempo di dedicarsi anche all’insegnamento. Dalla fine degli anni ‘70, infatti, insegna come visiting professor al Royal College of Art di Londra, di cui diviene membro onorario nel 1983.

L’inizio della carriera da industrial designer, le collaborazioni e le esposizioni

Il primo prodotto disegnato da Magistretti risale al 1960: la sedia Carimate prodotta da Cassina. Da quel momento iniziano una serie di collaborazioni con numerose realtà di successo quali Artemide, Conran, FIAM, Fritz Hansen, Oluce, Fontana Arte, De Padova, Flou e Kartell.

Alcuni dei principali riconoscimenti ottenuti da Magistretti per il suo lavoro sono il Gran Premio VIII Triennale di Milano, la Medaglia d’Oro IX Triennale di Milano, il Gran Premio X Triennale di Milano, il Compasso d’Oro ricevuto per la lampada Eclisse, il Compasso d’Oro per la lampada Atollo e il Compasso d’Oro per la poltrona Maralunga.

Numerose sue opere sono esposte in musei di tutto il mondo come il Museum of Modern Art (MoMA) di New York, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Design Museum di Londra, il Museum Die Neue Sammlung di Monaco e il Museum Fuer Kunst Und Gewerbe di Amburgo.